PROGETTA LA CUCINA. COSA FARE PRIMA PER NON SBAGLIARE.

Presupponiamo che devi acquistare la cucina e non hai idea di come e quale puoi acquistare. .
Puoi partire Internet inserendo le parole chiave nei motori di ricerca e trovare un mare di info, foto dai brand più o meno famosi.
Puoi consultare riviste specializzate e rivolgerti dai rivenditori autorizzati.
Oppure dal un falegname direttamente.
MA COSA DEVI FARE PRIMA?
In ogni caso, diventa complicato e non sempre puoi ottenere risultati soddisfacenti se  conosci poco il prodotto e non segui un progetto.
Dovresti partire da concetti base che ti permettano di evitare errori, scegliendo bene e investendo in modo oculato.
ECCO COME PARTIRE:
Quando si deve arredare uno spazio cucina già definito, e’ utile stabilire alcuni dettagli per relazionarsi con il fornitore, progettista al momento dell’acquisto:

Nel caso di un rinnovo, ad esempio, o di un primo impianto , puoi trovare impianti già posizionati, eventuali muri irregolari, piastrelle già montate, e altri vincoli simili.
Tutte le quote di massima che si producono per un preventivo devono essere verificate in loco dal venditore.

1

IL SOPRALLUOGO è consigliabile nella fase iniziale del progetto, per evitare che errori di valutazione possano stravolgere il progetto e la composizione preventivata.

In primis disegnare la cucina in pianta, in maniera molto semplice, ma evidenziando tutti gli elementi vincolanti, ad esempio scarichi, pilastri,  aperture, nicchie,finestre, ecc. Indicare l’altezza delle pareti e di eventuali ingombri aerei.

2

Importante è anche verificare l’altezza da terra delle piastrelle. Fondamentale,  rilevare la posizione degli impianti, idrico e del metano, di prese di correnteinterruttori appuntando le distanze da un punto di riferimento, al fine di ricostruire un disegno dettagliato e veritiero.

Altro dato molto importante, soprattutto se la cucina e’ ad angolo, è la verifica delle pareti su cui posizionare i mobili, o meglio se a 90 GRADI O FUORI SQUADRA.  Il metodo da adottare è  semplice: segnare su entrambe le pareti, la misura di 100cm a partire dall’angolo, rilevando la diagonale che ne risulta.  141,4 cm. Indicano che l’angolo è ortogonale.
Se invece fosse maggiore o minore abbiamo un angolo aperto o chiuso, e dalla diagonale è sempre possibile calcolare i gradi.

Distribuzione dello spazio
E’ la fase più importante, terminato il rilievo. Devi  considerare le tue abitudini, della famiglia e di chi utilizza maggiormente la cucina, RISPETTANDO alcune regole che ti consentano di NON SBAGLIARE.

LEGGI ANCHE  LA QUALITÁ CHE NON PUOI, O NON VUOI VEDERE
3
Per la disposizione di una cucina devi  tener presente di quali azioni si svolgono in questo ambiente. In modo da ottimizzare gli spazi e soprattutto le mansioni in modo da individuare percorsi razionali tra le varie zone: freddo,lavaggio, cottura, piano lavoro. Puoi evitare movimenti scomodi, spazi troppo ridotti per certe mansioni, la tua cucina deve essere organizzata come quella di un ristorante.
4

Se c’e’ il tavolo, ad esempio,  tieni conto dell’eventuale apertura dei cassetti e dei cestoni ad estrazione totale, così come delle ante, considerando anche l’ingombro di persone sedute oltre allo spazio necessario per accedere all’interno dei mobili e per l’utilizzo degli elettrodomestici.

La lavastoviglie, quando presente, deve essere posizionata attaccata al lavello, per consentire l’allaccio all’impianto, e per  ripulire le stoviglie più vicino possibile alla macchina (evitando di gocciolare in giro)
5
La colonna frigo di solito  ad inizio o fine composizione, se attaccata ad una parete, non va bene: è consigliabile tenersi a distanza di almeno 5 cm per facilitare l’apertura delle ante del frigo e dei cassetti interni.
Da evitare anche il piano cottura a fianco di una colonna, per non permettere che il calore, possa danneggiare il fianco (a meno che si inserisca apposita schermatura). Il forno sotto il piano cottura va bene, ma sicuramente è più ergonomico a metà altezza se inserito a colonna.
6
Seguendo questi consigli, puoi studiare una cucina razionale anche in spazi ridotti senza trascurare nessuna funzione.
Tuttavia, gli spazi piccoli non sono cosi facili da progettare e solo un venditore preparato sa come mettere ogni cosa al posto giusto. Come ribadisco spesso chi ti segue deve mettere in primo piano le tue esigenze e seguire il tuo progetto in maniera professionale.
Stefano